Stalla Aperta: una giornata dedicata a territorio e arte casearia

La riscoperta del territorio e delle sue tradizioni rurali e casearie ha accompagnato l’Open Day ‘Stalla Aperta’ organizzato sabato scorso dal Caseificio Sociale Manciano per offrire l’opportunità di conoscere da vicino il progetto ‘Stilnovo’. Il progetto, coordinata dallo stesso Caseificio Sociale Manciano, si avvale del contributo scientifico della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa e delle Università di Pisa e di Firenze che, in occasione dell’Open Day, hanno illustrato ai presenti le fasi del progetto, teso a riscoprire le essenze autoctone del territorio con molteplici obiettivi: alimentare le pecore favorendo il miglioramento della qualità del latte ovino, prolungare il pascolamento, ridurre i costi per gli allevatori e aumentare la loro redditività in ottica sostenibile e attenta alla biodiversità. A questo si unisce un filone di studio per rendere edibile la crosta dei formaggi.

L’iniziativa è stata ospitata dall’azienda agricola Fabio Toccaceli, fra i nove soci allevatori del Caseificio Sociale Manciano coinvolti nel progetto ‘Stilnovo’, e si è aperta con la visita sui terreni dove si sta riscoprendo la coltivazione di erbe autoctone per alimentare le pecore, prima di spostarsi dove si prepara il pasto per gli ovini e di visitare la stalla dove gli animali riposano e vengono munti due volte al giorno. Dopo la pausa pranzo, a base di formaggi e sapori tipici del territorio, l’Open Day ha offerto la possibilità di assistere al rientro delle pecore dal pascolo e alla mungitura degli animali.

Il progetto ‘Stilnovo’ è un progetto di filiera finanziato dal Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Toscana per migliorare la qualità del latte ovino, grazie a innovazioni di processo e di prodotto, frutto del trasferimento di conoscenze e tecnologie messe a punto dalla Scuola superiore Sant’Anna di Pisa, dal Centro interdipartimentale di ricerche agro-ambientali (CIRAA) dell’Università di Pisa e dal Dipartimento di scienze delle produzioni agroalimentari e dell’ambiente (DISPAA) dell’Università di Firenze. Il progetto coinvolge nove soci allevatori del Caseificio Sociale Manciano, i loro greggi e alcune aree di pascolo, dove saranno introdotte pratiche agricole sostenibili per migliorare la qualità del latte, il benessere degli animali e la produttività delle imprese, prolungando il pascolamento, riducendo i costi per l’alimentazione delle pecore e aumentando la redditività delle aziende e la sostenibilità al comparto agricolo. Il progetto prevede, nella prima fase, il trasferimento delle agrotecniche innovative introdotte nelle aziende partner, mentre nella seconda fase, lo studio continuerà con l’analisi dei processi di trasformazione e stagionatura, attraverso test dedicati alle caratteristiche organolettiche e nutrizionali dei formaggi a crosta edibile. Il progetto si chiuderà nel 2018 con la diffusione dei risultati finali.

By |2017-04-26T12:58:36+02:0026 Aprile 2017|Eventi, News, Stilnovo News|0 Comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi